Reggio Emilia: cosa vedere, centro storico, Duomo, Palazzo Vescovile, Parco del Popolo

Cosa vedere a Reggio Emilia, itinerario dei principali luoghi d’interesse e monumenti, comprendente il centro storico, la cattedrale, il Palazzo Vescovile, il Palazzo del comune, il Teatro municipale, il Parco del Popolo, la Galleria Parmeggiani, il Santuario della Ghiara, i musei civici e, nei dintorni, la Villa di Mauriziano.

Piazza Prampolini con Duomo - Reggio Emilia

Turismo Reggio Emilia

Fondata dai Romani, Reggio Emilia è situata lungo la via Emilia, posta circa a metà strada tra Modena e Parma.

Nel periodo successivo alle distruzioni provocate dalle invasioni barbariche, Reggio Emilia rinacque a nuova vita, prima come comune libero, poi passando sotto il dominio di influenti famiglie, tra cui quella dei Della Scala, dei Gongaza, dei Visconti e degli Este.

Sotto il governo della famiglia estense, Reggio Emilia conobbe un periodo di notevole prosperità, durante il quale vennero costruiti prestigiosi palazzi nobiliari e luoghi di culto.

Il centro storico di Reggio Emilia è a pianta esagonale, derivata dal tracciato delle mura presenti in passato, costruite tra la fine del 1300 e l’inizio del 1500 come opera difensiva, contro le continue invasioni da parte delle popolazioni barbariche.

Piazza Cesare Battisti, che rappresenta il centro cittadino, si apre sula via Emilia e da essa si diramano le tipiche stradine medievali.

In Piazza Prampolini, nota anche come Piazza Grande, si trova il Duomo che, risalente al nono secolo, fu restaurato tra il tredicesimo ed il quattordicesimo secolo.

La facciata della Cattedrale di Reggio Emilia, in stile romanico, è sovrastata da una torre di forma ottagonale, sopra la quale risalta una grande statua realizzata in rame e raffigurante la Madonna col bambino.

Su piazza Prampolini si affacciano inoltre il palazzo vescovile e il palazzo comunale, che racchiude al suo interno la sala del Tricolore, nobile salone di forma ellittica, dove il 7 gennaio del 1797 nacque la Repubblica Cispadana, che si dette come simbolo il tricolore.

Il Teatro Municipale, situato in Piazza Martire e realizzato in stile neoclassico, fu costruito nel 1857.

Questo edificio, che conserva gran parte del suo aspetto originario, conserva all’interno, nelle sue prestigiose sale, una biblioteca, un archivio e una discoteca storica.

Dietro il Teatro si trova il Parco del popolo che, sviluppato su una superficie superiore ai 3000 metri quadrati, risale al 1855 circa e si compone di ampi giardini pubblici, dove è possibile ammirare il Monumento dei Concordi, che è una tomba romana risalente al primo secolo d.C..

Nelle vicinanze si trova la Galleria Parmeggiani, edificio risalente al 1924 dove sono custodite sculture, dipinti e raccolte di lavorazioni artigianali di cristalli, tessuti e oreficeria.

Il Santuario della Madonna della Ghiara è una costruzione con pianta a croce greca, risalente al diciassettesimo secolo, dotata di una grandiosa facciata decorata da trifore, sulla quale si aprono tre eleganti portali.

Meritano di essere visitati i Musei Civici, che sono tra i più antichi d’Italia, tra cui sono compresi il Museo Spallanzani, dedicato alla Storia naturale, il Museo Chierici, specializzato in Paleontologia, il Museo archeologico, il Museo del Risorgimento e della Resistenza, oltre alla Galleria d’arte Fontanesi.

Nei dintorni di Reggio Emilia è situata la villa di Mauriziano, dove il poeta Ludovico Ariosto abitò per lunghi periodi, edificio importante, oltre che per la sua architettura anche per le opere quattrocentesce in esso conservate.

Dritte del giorno

Da non perdere