San Francesco: frasi sull’amore, citazioni celebri, pensieri

Frasi celebri San Francesco, citazioni e aforismi riguardanti pensieri su amore e amicizia, dalle parole del Santo ai testi del cantico delle creature e saluto alle virtù.

frasi san francesco

Frasi San Francesco d’Assisi

– Laudato sie, mi Signore, cun tutte le tue creature, spezialmente messer lo frate Sole, lo quale è iorno, e allumini noi per lui. Ed ello è bello e radiante cun grande splendore: de te, Altissimo, porta significazione.

– Laudato si, mi Signore, per sora Luna e le Stelle: in cielo l’hai formate clarite e preziose e belle.

– Laudato si, mi Signore, per frate Vento, e per Aere e Nubilo e Sereno e onne tempo, per lo quale a le tue creature dai sustentamento.

– Laudato si, mi Signore, per sor Aqua, la quale è molto utile e umile e preziosa e casta.

– Laudato si, mi Signore, per frate Foco, per lo quale enn’allumini la nocte: ed ello è bello e iocondo e robustoso e forte.

– Laudato si, mi Signore, per sora nostra madre Terra, la quale ne sostenta e governa, e produce diversi fructi con coloriti fiori ed erba.

– Laudato si, mi Signore, per quelli che perdonano per lo tuo amore e sostengo infirmitate e tribulazione.

– Beati quelli che ‘l sosterrano in pace, ca da te, Altissimo, sirano incoronati.

– Laudato si, mi Signore, per sora nostra Morte corporale, da la quale nullo omo vivente po’ scampare. Guai a quelli che morranno ne le peccata mortali! Beati quelli che troverà ne le tue sanctissime voluntati, ca la morte seconda no li farrà male.

– Ave, regina Sapienza, il Signore ti salvi con tua sorella, la santa e pura Semplicità.

– Signora santa Povertà, il Signore ti salvi con tua sorella, la santa Umiltà.

– Signora santa Carità, il Signore ti salvi con tua sorella, la santa Obbedienza.

– Santissime virtù, voi tutte salvi il Signore dal quale venite e procedete. Non c’è assolutamente uomo nel mondo intero, che possa avere una sola di voi, se prima non muore a se stesso. Chi ne ha una e le altre non offende, tutte le possiede, e chi anche una sola ne offende non ne possiede nessuna e le offende tutte, e ognuna confonde i vizi e i peccati.

– La santa Sapienza confonde Satana e tutte le sue insidie.

– La pura santa Semplicità confonde ogni sapienza di questo mondo e la sapienza della carne.

– La santa Povertà confonde la cupidigia, l’avarizia e le preoccupazioni del secolo presente.

– La santa Umiltà confonde la superbia e tutti gli uomini che sono nel mondo e similmente tutte le cose
che sono nel mondo.

– La santa Carità confonde tutte le diaboliche e carnali tentazioni e tutti i timori carnali.

– La santa Obbedienza confonde tutte le volontà corporali e carnalie ogni volontà propria, e tiene il suo corpo mortificato per l’obbedienza allo spirito e per l’obbedienza al proprio fratello; e allora l’uomo è suddito e sottomesso a tutti gli uomini che sono nel mondo, e non soltanto ai soli uomini, ma anche a tutte le bestie e alle fiere, così che possano fare di lui quello che vogliono per quanto sarà loro concesso dall’alto del Signore.