San Gaspare Bertoni: biografia del santo di Verona

Biografia di San Gaspare Bertoni secondo le opere compiute nella sua vita, malattia e citazioni dalle frasi riguardanti i pensieri di questo sacerdote di Verona.

San Gaspare Bertoni: pensieri, biografia

San Gaspare Bertoni biografia

Sacerdote di Verona, fondò nel 1816 la congregazione degli Stimmatini, che aveva come scopo la formazione dei giovani e la direzione spirituale dei seminaristi.

San Gaspare Bertoni fu anche direttore spirituale dell’opera di Santa Maddalena di Canossa, fondatrice dell’Istituto delle Figlie di Carità, e della Venerabile Leopoldina Naudet, fondatrice dell’Istituto delle Sorelle della Sacra Famiglia.

Egli fu amico dei poveri, dei malati e dei carcerati, sempre rivolto alla preghiera e alla penitenza, a seguito di un’estasi davanti al Crocifisso, fu colpito da tubercolosi cronica miliare che lo portò quasi alla morte.

Si riprese quasi per miracolo, ma rimase con un fisico minato dalle sofferenze, dando esempio di grande virtù, sopportando con pazienza, completamente abbandonato nelle mani di Dio. “Ho bisogno di patire” furono le sue ultime parole.

Pensieri del santo

– Fidiamoci di Dio che é un bel fidarsi.

– Affidiamoci completamente a Dio, e lasciamo che Lui, che può fare ogni cosa, si prenda cura di noi.

– Lasciamo a Dio lo spazio per agire. Lui conosce quello che c’è da fare e come farlo. Lasciamo tutto al Signore, perché Egli ha disposto bene tutte le cose.

– Immagina di vedere Cristo come apparve ai Suoi discepoli, vivo e risplendente, con i segni delle Sue ferite, e che ti invita in cielo.

– Dio non vuole che vi sia dentro di noi qualcosa che si opponga al Suo volere, niente, neanche l’ultimo dei desideri.

– Noi dobbiamo offrire la nostra attenzione non solo alle poche persone intorno a noi, ma a tutto il mondo con le nostre preghiere, intercedendo per il bene di tutto il mondo.

– Se diamo ascolto a Dio e dirigiamo il nostro spirito, la nostra mente, e il nostro cuore verso di Lui, noi arriveremo a conoscere la verità, e cammineremo in essa come in una grande luce.