Palestina: cosa vedere nella terra di Canaan

cartina Palestina

Cosa vedere in Palestina, itinerario comprendente i luoghi biblici di cui si parla nelle Sacre Scritture, caratteristiche del territorio, fiumi, laghi e principali città.

Turismo Palestina

Stato dell’Asia mediterranea, la Palestina si estende da nord a sud per circa 260 km, tra le pendici del monte Hermon e la città di Be’er Sheva, per circa 150 km da est a ovest, tra il deserto della Siria e le coste sul mar Mediterraneo.

La Palestina è un luogo dove hanno sempre vissuto popoli diversi tra loro e i suoi confini non sono mai stati ben definiti.

Anticamente si chiamava Terra di Canann, nome menzionato anche nella Sacra Bibbia, successivamente divenne terra d’Israele.

Fu sotto il dominio romano che prese il nome latino di Palaestina, derivante da Filistea, ovvero la terra dei Filistei.

Il territorio palestinese occupa la parte estrema sud-occidentale delle terre coltivabili, chiamate mezzaluna fertile, che si estendono fra il Golfo Persico, l’Assiria e il mar Mediterraneo, circondate da ampie zone desertiche.

La nazione è attraversata da nord a sud dal fiume Giordano, che la divide in due regioni, Cisgiordania a occidente e Transgiordania a oriente.

La prima si estende su un altipiano arido e stepposo, mentre la seconda ha un terreno fertile, diviso a sua volta nelle regioni di Galilea a nord, Samaria al centro e Giudea a sud.

Le città principali della Galilea sono Haifa, Nazareth, Zefàt, Cana e Akko, mentre quelle della Samaria sono Sichem, Samaria e Sebaste.

La Giudea ospita l’importante città di Gerusalemme, oltre alle città di Hebron, Betlemme e Bersabea.

Il fiume Giordano, lungo il suo percorso, forma il lago El-Hule e il lago di Tiberiade, prima di sfociare nel mar Morto.

Sul lago di Tiberiade e nelle città sopra ricordate si sono svolti vari episodi della vita di Gesù.