Come si chiamano le dita dei piedi

Come si chiamano le dita dei piedi
Come si chiamano le dita dei piedi

Quali sono i nomi delle dita dei piedi, differenze tra la terminologia usata in anatomia umana con quella derivante da nomenclature popolari che tuttavia non coprono ciascun dito del piede.

Nome delle dita dei piedi

Anche se comunemente vengono chiamati in altro modo, nella terminologia medico anatomica ufficiale le cinque dita del piede sono definite, partendo dall’interno e procedendo verso l’esterno, nel seguente modo:

– Primo dito (digitus primus)

– Secondo dito (digitus secundus)

– Terzo dito (digitus tertius)

– Quarto dito (digitus quartus)

– Quinto dito (digitus quintus)

Non sono corrette altri termini usati, come dito grosso o ditone, minolo o minulo, e altro.

Come si chiamano le dita dei piedi

Le dita dei piedi sono dotate di un’unghia sulla superficie dorsale, mentre sulla superficie plantare si trova il polpastrello, dove caratteristici solchi della cute costituiscono le impronte digitali di una persona.

Le dita dei piedi affiancano con determinazione il piede umano nelle sue principali funzioni, ovvero stabilità ed equilibrio in piedi e in posizione eretta, concentrare a terra gran parte del peso e permettere di camminare, correre e saltare, oltre ad altre svariate attività.

La convenzione internazionale del 1998 ha stabilito di nominare le dita dei piedi con i primi 5 numeri romani, astenendosi dall’utilizzare termini similari a quelli usati per indicare le dita delle mani.

La denominazione ufficiale delle dita dei piedi prevede un nome alternativo per il I dito del piede e per il V dito del piede, rispettivamente hallux, in latino, e alluce, in italiano, minimus pedis, in latino, e dito minimo del piede, in italiano.

Definizione di piano sagittale, significato di mediale e laterale

Il piano sagittale è un piano che decorre in senso antero-posteriore e divide un corpo in due parti, destra e sinistra.

In anatomia, “mediale” significa “vicino” o “più prossimo” al piano sagittale, mentre “laterale” vuol dire “lontano” o “più distante” dal piano sagittale.

Tanto per fare un esempio si può dire che il secondo dito del piede è laterale rispetto al primo dito del piede, mentre è mediale rispetto al terzo dito.

L’ulna è mediale rispetto al radio, il quale è laterale rispetto all’ulna.

Modifica impostazioni privacy