Frasi sulla neve

Frasi sulla neve: aforismi, citazioni

Citazioni, aforismi e frasi sulla neve, ovvero quella precipitazione atmosferica che cade in fiocchi sulla terra, lasciando un luminoso manto bianco a copertura di ogni imperfezione.


Citazioni sulla neve

– Una palla di neve in faccia è sicuramente l’inizio perfetto per un’amicizia duratura. (Markus Zusak)

– La neve sull’acqua: il silenzio sul silenzio. (Jules Renard)

– Potrei leggere il desiderio d’eternità perfino negli occhi di un pupazzo di neve. (Valeriu Butulescu)

– Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand’è la sua stagione. (William Shakespeare)

– La prima nevicata non è solo un evento, è un evento magico. Si va a letto in una specie di mondo e ci si sveglia in un altro del tutto diverso, e se questo non è incanto allora ditemi voi in quale altro luogo posso trovarlo. (JB Priestley)

– La neve possiede questo segreto: ridare al cuore quell’alito di gioia infantile che gli anni gli hanno impietosamente strappato. (Antonine Maillet)

– Diceva un foglio bianco come la neve: Sono stato creato puro, e voglio rimanere così per sempre. Preferirei essere bruciato e finire in cenere che essere preda delle tenebre e venir toccato da ciò che è impuro. (Khalil Gibran)

– Certe volte si sente la neve cadere. Se si sta in silenzio e si ha la mente sgombra e si è in pace con se stessi e con tutto, si può stare stesi al buio e sentire la neve che cade. (Raymond Carver)

– Amo la neve per la stessa ragione per cui amo il Natale: unisce le persone, mentre il tempo si ferma. Le coppie che si tengono per mano serpeggiano pigramente per le strade e bambini tirano le slitte e si inseguono con le palle di neve. Nessuno sembra essere in corsa per sperimentare qualcosa di diverso dalla gloria del giorno. (Rachel Cohn)

– Davanti ad una preghiera ben fatta i dispiaceri si sciolgono come neve al sole. (Giovanni Maria Vianney)

– Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand’è la sua stagione. (William Shakespeare)

– La palla della neve quanto più rotolando discese delle montagne della neve, tanto più moltiplicò la sua magnitudine. (Leonardo Da Vinci)

– Nient’altro che del bianco a cui badare. (Arthur Rimbaud)

– Noi costruiamo statue di neve e piangiamo nel vederle sciogliersi. (Walter Scott)

– Che cos’è la neve? Un po’ di freddo, molta infanzia. La presenza pura. (Christian Bobin)

Aforismi sulla neve

– Sono l’ultimo sulla tua strada, l’ultima primavera, l’ultima neve, l’ultima lotta per non morire. (Paul Eluard)

– Le due cose più belle, l’amore e la neve, che fanno sì che si guardi il mondo con occhi di nuovi puri. (Charles Finch)

– In una pensione di montagna andrebbe, nella sala da pranzo scenderebbe, i quattro abeti di ramo in ramo, senza scuoterne la neve fresca, dal tavolino accanto alla finestra guarderebbe. (Wislawa Szymborska)

– La neve possiede questo segreto di ridare al cuore un alito di gioia infantile che gli anni gli hanno impietosamente strappato. (Antonine Maillet)

– Noi costruiamo dei palazzi di neve e piangiamo vedendoli dissolvere. (Walter Scott)

– Il cielo è basso, le nuvole a mezz’aria, un fiocco di neve vagabondo fra scavalcare una tettoia o una viottola non sa decidersi. (Emily Dickinson)

– La vecchiaia arriva all’improvviso, come la neve. Una mattina, al risveglio, ci si accorge che tutto è bianco. (Jules Renard)

– C’è solo qualcosa di bello nel camminare sulla neve che nessun altro ha calpestato. Ti fa credere che sei speciale, anche se sai che non lo sei. (Carol Rifka Brunt)

– Il sole non può scolorire la neve, né il tempo distruggere ciò che sanno i poeti. (Ralph Waldo Emerson)

– Ha nevicato anche l’anno scorso: ho fatto un pupazzo di neve e mio fratello l’ha buttato giù e io ho buttato giù mio fratello e poi abbiamo preso il the insieme. (Dylan Thomas)

– La gentilezza è come la neve. Abbellisce tutto ciò che copre. (Kahlil Gibran)

– La neve sull’acqua: il silenzio sul silenzio. (Jules Renard)

– Come è successo che le loro labbra si siano unite? Come può accadere che gli uccelli cantino, che la neve si sciolga, che la rosa sbocci, che l’alba sbianca dietro le rigide forme degli alberi sulla vetta tremolante della collina? Un bacio e tutto è stato detto. (Victor Hugo)

– La neve era troppo leggera per restare, il terreno troppo caldo per tenerla. E la strana neve primaverile cadeva solo in quel momento dorato dell’alba, quando la pagina gira tra la notte e il giorno. (Shannon Hale)

– Per apprezzare la bellezza di un fiocco di neve è necessario resistere al freddo. (Aristotele)

Frasi sulla neve

– Alcuni fiocchi si sono smarriti, brancolano indietro verso il cielo: incontrando quelli che cadano in lente volute, si volgono e ridiscendono. (Thomas Hardy)

– Quando cade la neve, la natura ascolta. (Antoinette Van Cleef)

– Nevicata. La metamorfosi del mondo avviene in silenzio. (Heinrich Wiesner)

– La neve è meno terribile del napalm. Ci si addormenta, pare, invece di bruciare vivi. (Graham Greene)

– Aveva quasi smesso di nevicare. La sera era nitida come un disegno a carboncino. (Boris Pasternak)

– Nevicata. La metamorfosi del mondo avviene in silenzio. (Heinrich Wiesner)

– La neve cade, la neve cade, come se non cadessero i fiocchi, ma in un mantello rattoppato scendesse a terra la volta celeste. (Boris Pasternak)

– A molti piace la neve, ma io la considero un inutile raffreddamento dell’acqua. (Carl Reiner)

– Le pietre dormono sotto la neve con sogni verdi nel cuore. (Olav H. Hauge)

– Dove sono le nevi d’un tempo che l’aprile ha disciolto? (Francois Villon)

– Apri le narici. Annusa la neve. Lascia che la vita accada. (Sylvia Plath)

– Tra venti monti innevati, l’unica cosa immobile era l’occhio del merlo. (Wallace Stevens)

– Ogni persona doveva avere un suo fiocco di neve in cui c’era una mappa interna della sua vita. (Orhan Pamuk)

– Marcovaldo sentiva la neve come amica, come un elemento che annullava la gabbia di muri in cui era imprigionata la sua vita. (Italo Calvino)

– La prima neve è scesa frivola, sulla terra fredda, è venuta in avanscoperta, non è rimasta, è ripartita leggera, tre piccoli giri, due passi di danza, la neve è una bambina. (Christian Bobin)