Frasi di Napoleone Bonaparte: aforismi, citazioni

Citazioni, aforismi e frasi di Napoleone Bonaparte, celebre politico e generale francese, vissuto tra il 1769 e il 1821, fondatore del Primo Impero francese e protagonista della cosiddetta età napoleonica, ovvero la prima fase delle storia contemporanea.

Citazioni di Napoleone Bonaparte

– Gli uomini che hanno cambiato l’universo non sono mai arrivati a quel punto influenzando i sovrani, bensì facendo leva sulle masse. Influenzare i sovrani è il metodo dell’intrigo e porta unicamente a risultati di secondaria importanza. Influenzare le masse, invece, è il colpo di genio che cambia la faccia del mondo. (Napoleone Bonaparte)

– Un sovrano può con una condotta retta, sincera e semplice rendere felici i suoi popoli e se stesso. (Napoleone Bonaparte)

– Quando un governo dipende dai banchieri per il denaro, questi ultimi e non i capi del governo controllano la situazione, dato che la mano che dà è al di sopra della mano che riceve… Il denaro non ha madrepatria e i finanzieri non hanno patriottismo né decenza; il loro unico obiettivo è il profitto. (Napoleone Bonaparte)

– Le circostanze le più irrilevanti producono i massimi avvenimenti. (Napoleone Bonaparte)

– Quando la vittima è sgozzata, non è più tempo di revocare una condanna di morte. (Napoleone Bonaparte)

– Gli uomini di genio sono come meteore destinate a bruciare per illuminare il loro secolo. (Napoleone Bonaparte)

– Un leader è un commerciante di speranza. (Napoleone Bonaparte)

– La vera abilità sta nell’utilizzare tutti i mezzi conosciuti e a disposizione; l’arte, l’ingegno consistono nell’operare malgrado le difficoltà e trovare poco o niente d’impossibile. (Napoleone Bonaparte)

– Un uomo combatterà con maggior foga per i propri interessi che per i vostri diritti. (Napoleone Bonaparte)

– – Dobbiamo trovare un modo per salvare le generazioni future dalla cupidigia o incapacità del presente. (Napoleone Bonaparte)

– Ho avuto bisogno di credere e ho creduto; ma la mia fede si è trovata inceppata da quando ho cominciato a ragionare; e questo mi è accaduto assai presto, a tredici anni. (Napoleone Bonaparte)

– Le leggi che regolano le circostanze vengono abolite da nuove circostanze. (Napoleone Bonaparte)

– Guai al generale che si presenta su un campo di battaglia con un sistema. (Napoleone Bonaparte)

– Non dobbiamo temere quelli che hanno un’altra opinione, ma quelli che hanno un’altra opinione e sono troppo codardi per manifestarla. (Napoleone Bonaparte)

– L’uomo nato per gli affari o per l’autorità non vede gl’individui ma solo le cose, il loro valore e le loro conseguenze. (Napoleone Bonaparte)

– Non si conduce un popolo che mostrandogli un avvenire: un capo è un mercante di speranza. (Napoleone Bonaparte)

– Tutte le persone osannate perdono dignità se osservate da vicino. (Napoleone Bonaparte)

– Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega adeguatamente con l’incompetenza. (Napoleone Bonaparte)

– Chi non arrischia qualche cosa non guadagna mai nulla. (Napoleone Bonaparte)

– Le sole conquiste che non lasciano nell’animo amarezza sono quelle che si vincono contro l’ignoranza. (Napoleone Bonaparte)

– Dieci persone che parlano fanno più rumore di diecimila che tacciono. (Napoleone Bonaparte)

– La vita è cosparsa di tanti triboli e può recare tanti mali che la morte non è il male peggiore. (Napoleone Bonaparte)

– Il popolo è lo stesso ovunque. Quando gli indori le catene, non odia il vincolo. (Napoleone Bonaparte)

– L’uomo si chiede: donde vengo? chi sono? dove vado? Questi misteri ci spingono verso la religione. Noi accorriamo ad essa, la nostra naturale tendenza ci trascina, ma l’istruzione ci arresta. (Napoleone Bonaparte)

– Niente è più difficile, e quindi più prezioso, dell’essere in grado di decidere. (Napoleone Bonaparte)

– Un uomo deve avere tanto meno di volontà quanto più è grande; allora egli dipende dagli avvenimenti e dalle circostanze. (Napoleone Bonaparte)

– Quale gioventù è mai questa che io lascio?! Essa è nondimeno opera mia. Deve passare una generazione, poi i giovani vendicheranno l’oltraggio che io soffro qui, con le chiare opere che da essi usciranno. (Napoleone Bonaparte)

– Quando le baionette deliberano, il potere sfugge dalle mani dei governanti. (Napoleone Bonaparte)

– Gli alleati ottenuti dalla fortuna e dalle vittorie ci verranno tolti da una disfatta apparente, ed anzi spinti contro di noi. (Napoleone Bonaparte)

– L’Europa Unita! Qui non si parla né di una fusione dittatoria delle diverse stirpi, né di un sentimentale affratellamento: soltanto di interessi e di riunioni di stirpi già per sé affini. Il secolo XIX avrà il compito di creare le condizioni preliminari fondando le Nazioni, e il secolo XX comincerà ad attuare la mia idea. (Napoleone Bonaparte)

Aforismi di Napoleone Bonaparte

– Non credo al proverbio che, per saper comandare, bisogna saper obbedire. (Napoleone Bonaparte)

– Che cosa dite, signore, fareste salpare una nave contro il vento e le correnti accendendo un falò sotto il suo ponte? Vi prego, scusatemi ma non ho tempo per ascoltare queste sciocchezze. (Napoleone Bonaparte)

– Il tormento delle precauzioni è peggio del pericolo che si vuole evitare: meglio affidarsi al destino. (Napoleone Bonaparte)

– Nell’anticipare la mossa dell’avversario, non aspettarti che lui faccia quella che tu consideri la mossa migliore; prova a immaginare quella che lui considera la mossa migliore, dal suo punto di vista, dato dalla sua storia, e con le informazioni che sono disponibili a lui, non a te. (Napoleone Bonaparte)

– Il pericolo più grande si corre nell’ora della vittoria. (Napoleone Bonaparte)

– Chi si abbandona al dolore senza resistenza o si uccide per evitarlo abbandona il campo di battaglia prima di aver vinto. (Napoleone Bonaparte)

– L’arte della polizia è di non vedere che quello che è inutile che veda. (Napoleone Bonaparte)

– Se l’obbedienza è il risultato dell’istinto delle masse, la rivolta è quello della loro riflessione. (Napoleone Bonaparte)

– Il caffè forte mi rianima, mi provoca come un bruciore, un rodimento singolare, un dolore non privo di piacere. Amo allora soffrire piuttosto che non soffrire. (Napoleone Bonaparte)

– C’è bisogno di coraggio per lottare contro la forza, ma ne abbisogna ancora di più per ammettere la propria debolezza. (Napoleone Bonaparte)

– Strapazzando un uomo so, da come reagisce, che cosa pensare di lui. Vedo a quale tono è salita la sua anima: se colpite un bronzo con un guanto, non vi darà alcun suono; ma colpitelo con un martello e risuonerà. (Napoleone Bonaparte)

– L’immortalità è il ricordo che si lascia nella memoria degli uomini. Quest’idea spinge a grandi imprese. Meglio sarebbe non aver vissuto che non lasciare tracce della propria esistenza. (Napoleone Bonaparte)

– In guerra come in amore per venire a termine bisogna avvicinarsi. (Napoleone Bonaparte)

– La morte non è nulla, ma vivere sconfitti e privi di gloria è come morire ogni giorno. (Napoleone Bonaparte)

– L’uomo compare spesso più freddo e più egoista di quanto sia. (Napoleone Bonaparte)

– L’opinione pubblica è una potenza invisibile e misteriosa a cui nulla resiste, e della quale vi è niente di più mobile, di più indeciso e più forte. Per quanto essa sia capricciosa, è tuttavia verace, ragionevole e giusta più sovente di quanto si creda. (Napoleone Bonaparte)

– Quando do un ordine a un ministro, lascio a lui trovare i mezzi per portarlo a termine. (Napoleone Bonaparte)

– Perché le idee moderne non dovrebbero vincere? Anche chi le osteggia ne viene influenzato. (Napoleone Bonaparte)

– Il ruolo di un condottiero è di definire la realtà e dare speranza. (Napoleone Bonaparte)

– In guerra le considerazioni morali contano per i tre quarti, il rapporto delle forze reali solo per l’altro quarto. (Napoleone Bonaparte)

– L’unica persona che sia più saggia di uno qualsiasi è la massa. (Napoleone Bonaparte)

– Ci si dovrebbe sempre riservare il diritto di ridere l’indomani delle proprie idee della vigilia. (Napoleone Bonaparte)

– In politica ci corre una grande distanza dalle promesse alla realtà. (Napoleone Bonaparte)

– Non si deve mai disperare di un fanciullo finché non è giunto alla pubertà. I figli acquistano soltanto allora lo sviluppo delle loro facoltà e soltanto allora si può dare un giudizio su essi. (Napoleone Bonaparte)

– A volte una battaglia decide tutto e, talvolta, la cosa più insignificante decide il destino di una battaglia. (Napoleone Bonaparte)

– L’arte di scegliere gli uomini non è tanto difficile quanto l’arte di mettere quelli che si sono scelti in condizioni di realizzare il loro pieno potenziale. (Napoleone Bonaparte)

– Lo sciocco ha un grande vantaggio sull’uomo d’ingegno: egli è sempre contento di se stesso. (Napoleone Bonaparte)

– Io voglio che l’intera Europa abbia una sola moneta, renderà il commercio molto più facile. (Napoleone Bonaparte)

– Imporre condizioni eccessivamente dure significa esentare dal rispettarle. (Napoleone Bonaparte)

– Uno non dovrebbe mai proibire ciò per cui gli manca il potere di prevenire. (Napoleone Bonaparte)

Frasi di Napoleone Bonaparte

– Signore dai forza al mio nemico e fallo vivere a lungo, affinché possa assistere al mio trionfo. (Napoleone Bonaparte)

– Per gli stomachi vuoti non esistono né obbedienza né timore. (Napoleone Bonaparte)

– Ci sono due modi per far muovere gli uomini: l’interesse e la paura. (Napoleone Bonaparte)

– L’Europa sarebbe diventata di fatto un popolo solo; viaggiando ognuno si sarebbe sentito nella patria comune…tale unione dovrà venire un giorno o l’altro per forza di eventi. Il primo impulso è stato dato. Dopo il crollo e dopo la sparizione del mio sistema io credo che non sarà più possibile altro equilibrio in Europa se non la lega dei popoli. (Napoleone Bonaparte)

– L’amore per il denaro è il più grave pericolo per la moralità. (Napoleone Bonaparte)

– Se vuoi avere successo a questo mondo, prometti tutto e non mantenere nulla. (Napoleone Bonaparte)

– Non ci sono cattivi reggimenti, ma solo colonnelli incapaci. (Napoleone Bonaparte)

– La fortuna è una donna; se voi la lasciate sfuggire oggi non crediate di ritrovarla domani. (Napoleone Bonaparte)

– Non ci si arrampica mai tanto in alto come quando non si sa dove si sta andando. (Napoleone Bonaparte)

– Non interrompere mai il tuo nemico mentre sta facendo un errore. (Napoleone Bonaparte)

– Una donna bella piace agli occhi, una donna buona piace al cuore: l’una è un gioiello, l’altra un tesoro. (Napoleone Bonaparte)

– Posso perdere una battaglia, ma non perderò mai un minuto. (Napoleone Bonaparte)

– L’indipendenza, come l’onore, è un’isola rocciosa senza spiagge. (Napoleone Bonaparte)

– C’è da avere più paura di tre giornali ostili che di mille baionette. (Napoleone Bonaparte)

– Ho camminato con la testa piena di te. Il tuo ritratto e l’inebriante serata trascorsa insieme ieri mi hanno lasciato i sensi in subbuglio. Dolce, incomparabile, quale strano effetto hai sul mio cuore! Ma cosa mi resta ancora quando dalle tue labbra e dal tuo cuore traggo un amore che mi consuma come il fuoco? (Napoleone Bonaparte)

– Chi ha paura d’essere battuto sia certo della sconfitta. (Napoleone Bonaparte)

– Non sono ateo ma non posso credere in quel che mi si vuole insegnare contro la mia intelligenza senza sentirmi falso o ipocrita. (Napoleone Bonaparte)

– La parola impossibile non è nel mio vocabolario. (Napoleone Bonaparte)

– Chi ha voglia di rovinare gli uomini deve solo permettere loro tutto. (Napoleone Bonaparte)

– Per essere dei grandi leader è necessario diventare studiosi del successo e il miglior modo che conosco è quello di conoscere la storia e la biografia degli uomini che già hanno avuto successo. Così la loro esperienza diventa la mia esperienza. (Napoleone Bonaparte)

– Il vero carattere si mostra sempre nelle grandi circostanze. (Napoleone Bonaparte)

– Io sono circondato da preti che ripetono incessantemente che il loro regno non è in questo mondo, eppure allungano le mani su tutto quello che possono prendere. (Napoleone Bonaparte)

– Ci vuole più coraggio nella sofferenza che nella morte. (Napoleone Bonaparte)

– Nel mondo ci sono soltanto due forze, la spada e lo spirito. Alla lunga, la spada viene sempre vinta dallo spirito. (Napoleone Bonaparte)

– Con l’audacia si può intraprendere tutto, ma non fare tutto. (Napoleone Bonaparte)

– Le vittorie contro le donne sono le sole che si ottengono fuggendo. (Napoleone Bonaparte)

– Noi occidentali non capiamo nulla; abbiamo fatto malissimo ad elevare le donne al nostro livello! I popoli d’Oriente sono stati più intelligenti e giusti dichiarando che esse sono esclusiva proprietà dell’uomo. (Napoleone Bonaparte)

– La storia è la versione di eventi passati che il popolo ha accettato di comune accordo. (Napoleone Bonaparte)

– Prendi tempo per riflettere ma quando è giunta l’ora di agire smetti di pensare e scendi in campo. (Napoleone Bonaparte)

– Per essere creduto, rendi la verità incredibile. (Napoleone Bonaparte)

– La morte può essere l’espiazione delle colpe ma non può mai ripararle. (Napoleone Bonaparte)

– La vittoria appartiene ai più perseveranti. (Napoleone Bonaparte)

Modifica impostazioni privacy