Morgantina: cosa vedere, parco archeologico

Cosa vedere a Morgantina, storia del luogo, origine del nome e itinerario comprendente i principali luoghi di interesse, tra cui parco archeologico, Teatro e Santuario di Demetra.

Morgantina: teatro parco archeologico

Turismo Morgantina

Città greca la cui fondazione risale al V secolo a.C., Morgantina era situata lungo la strada che da Leontini portava a Enna.

Grazie a tale posizione strategica, unitamente alle particolari difese naturali costituite da colline e pareti a strapiombo, Morgantina divenne un centro commerciale di grande importanza, soprattutto in età ellenistica e romana.

Il nome deriva dal mitico re dei Morganti, una tribù italica stabilitasi sul posto in età protozoica.

Recenti teorie circa le origini, portano a identificare Morgantina con lo stanziamento scoperto nei pressi di Serra Orlando da una spedizione americana.

Si tratta di rovine imponenti, oggi area archeologica, tra cui si rilevano avanzi di un bouleuterium e del teatro, oltre a resti di botteghe, numerose case e terrazze, un piccolo santuario intitolato a Demetra e Kore, risalente forse al VI secolo.

L’identificazione della città lascia comunque molti dubbi, la sua posizione geografica potrebbe far pensare a centri di influenza gelese.

La Dea di Morgantina è una scultura proveniente da uno scavo non autorizzato e per questo non identificabile con sicurezza, ma localizzato con buona approssimazione, vicinissimo al sito archeologico di Morgantina.