Montreal: cosa vedere, Basilica di Notre Dame

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Cosa vedere a Montreal, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Basilica di Notre Dame, Oratorio di San Giuseppe e Museo delle belle arti.

vieux Montreal
vieux Montreal

Turismo Montreal

Alla prima visita i turisti non mancano mai di rimanere sbalorditi da Montreal, città dove la lingua parlata è il francese, gli edifici sono grandi e antichi, l’atmosfera è marcatamente europea, fattori che la rendono unica rispetto alle altre città del Nord America.

Montreal combina il fascino antico e con l’energia metropolitana, il calore che emana una piccola città con la cordialità trasmessa dalla sua gente molto cordiale e ottimista.

A Montreal ci sono molti locali e ristoranti dove si mangia bene, vengono organizzati eventi culinari durante tutto l’anno e nei mercati pubblici si possono degustare deliziose specialità regionali tra cui crepes e calamari fritti.

La zona centrale è a misura d’uomo e ci si può spostare facilmente da un punto all’altro della città, usufruendo degli efficientissimi mezzi pubblici.

Si possono fare dei giri in carrozza o calesse, costeggiare il fiume San Lorenzo nel centro storico o passeggiare tranquillamente alla scoperta di questa favolosa città.

La Basilica di Notre-Dame di Montreal, risalente al 1829, è l’edificio più rappresentativo della città.

Infatti è stata la prima chiesa di ispirazione gotica a essere costruita in Canada, con le sue due torri campanarie e la famosa campana Jean-Baptiste dal peso di ben 11 tonnellate.

La grandiosità della Basilica, la sua straordinaria bellezza architettonica, le opere d’arte e la cappella sono in grado di impressionare anche i meno esperti.

Con oltre 350 anni di storia, la parrocchia di Notre-Dame rappresenta un enorme patrimonio artistico, completato da racconti e leggende metropolitane.

Il Museo di Scienze Naturali è il maggiore di questo genere in Canada, uno spazio per la vita che offre diverse attrazioni.

Il Rio Tinto Alcan Planetarium, è ospitato in un edificio con due coni d’argento che puntano verso il cielo come telescopi.

Nel Teatro del Caos i visitatori possono viaggiare nello spazio, ascoltando una sinfonia di Philip Glass come sottofondo musicale.

Il planetario contiene anche una mostra permanente di meteoriti e terminali interattivi, video e giochi multimediali.

Inoltre in questo luogo è possibile conoscere anche la flora e la fauna di cinque ecosistemi differenti, ammirare l’Insectarium, che offre una collezione variegata di insetti e farfalle, e il Giardino Botanico, che copre una superficie di 73 ettari, comprendente un giardino cinese, un giardino giapponese e una Tree House per la visualizzazione di informazioni sulle foreste del Quebec.

Situata nei pressi del fiume San Lorenzo, la vecchia Montreal, luogo dove si trovava la città fortificata originaria, è caratterizzata da edifici e strade accuratamente restaurati.

La zona è piena, durante l’estate, di turisti che vengono a passeggiare lungo le strade di ciottoli, a visitare le boutique e i ristoranti, o semplicemente a godersi la gioia di vivere tra gli artisti di strada e le caffetterie nell’area ex mercato di Jacques-Cartier.

Un giro in calesse trainato da cavalli è un modo romantico di visitare questi luoghi.

Il Porto Vecchio era considerato in passato uno dei più importanti porti commerciali del Nord America.

Oggi, dopo che la maggior parte delle attività di trasporto sono state spostate a valle, questa zona è diventata un’area di svago frequentata da escursionisti, ciclisti e pattinatori, che riempiono il percorso lungo il fiume che va dalla Torre dell’Orologio al Parco Des Ecluses.

Il re Edoardo Pier, è un centro di scienza e di intrattenimento orientato verso una esperienza per famiglie, comprendente varie mostre, alcuni videogiochi interattivi su schermo gigante e un cinema Imax.

Il Centro canadese d’architettura è un luogo che dovrebbe essere osservato sia per la meravigliose soluzioni architettoniche esterne che per le affascinanti mostre temporanee riguardanti edifici, architetti e movimenti architettonici che si svolgono all’interno.

Peter Rose è il progettista dell’edificio moderno, mentre Melvin Charney è l’ideatore del giardino delle sculture posto dietro il museo.

Il Museo delle belle arti, da quando è stato istituito nel 1860, è stato in prima linea per la promozione dell’arte canadese e internazionale.

La collezione permanente è suddivisa tra l’originale edificio in stile Beaux-Arts e la struttura post-moderna, dove sono esposti maestri europei, stampe, disegni e arti decorative.

Nel tunnel che collega i padiglioni sono presenti gallerie che espongono artisti canadesi contemporanei, oltre a una piccola collezione di antiche culture.

Nel 2000, il museo ha ricevuto il Liliane e David M.Stewart Collection come un dono, comprendente circa 5.000 oggetti d’arte decorativa risalenti al periodo che va dalla fine del 1930 in poi.

Il museo viene usato spesso anche per ospitare eccezionali esposizioni temporanee.

L’Oratorio di San Giuseppe, situato sul lato nord-ovest di Mount Royal, è una magnifica basilica cattolica romana, iniziata nel 1924 da fra Andrea, celebre guaritore, e completata nel 1967, dopo la sua morte.

La cupola, con i suoi 97 metri di altezza, è una delle più grandi del mondo, meritano una visita anche la cappella votiva e la cripta.

Il Parco Olimpico è stato il luogo dove si sono svolte le Olimpiadi del 1976.

L’esclusivo e costoso Stadio Olimpico è ora sede di concerti, inoltre ospita un centro sportivo dotato di quattro grandi piscine.

Visite guidate di mezz’ora sono a disposizione degli ospiti che possono usufruire di una funicolare per salire sulla torre inclinata più alta del mondo, con i suoi 175 m di altezza.

Nelle vicinanze, l’ex velodromo è divenuto un popolare luogo di interesse, mentre il Biodome de Montréal è una riproduzione di cinque ecosistemi sotto lo stesso tetto, dove i visitatori possono muoversi passando da una foresta tropicale a un mondo polare, con fermate in una foresta laurenziana e un ambiente marino lungo il percorso.

La Cappella di Nostra Signora del Buon Soccorso, costruita nel 1771, è la chiesa più antica della città, contenente affreschi originali di Édouard Meloche.

In essa è presente un piccolo museo dedicato alla vita di Marguerite Bourgeoys, la prima Santa del Canada.

La torre offre una splendida vista sul porto e le vie circostanti.

Nella Galleria René Blouin sono esposte opere di artisti contemporanei canadesi, ritenute molto interessanti da studiosi e critici d’arte.

Il Museo di Archeologia e Storia, situato nella parte occidentale del centro storico, è il museo dove viene raccontata la storia della città, a partire dai suoi primissimi giorni, utilizzando display ad alta definizione installati nel magnifico palazzo moderno Eperon, dove si trovano alcuni resti archeologici.

Il centro scienza di Montreal è un luogo molto popolare, pensato soprattutto per famiglie, che propone un’offerta sempre rinnovata di mostre e programmi interattivi per l’apprendimento, eventi speciali e attività divertenti.

Disponibile anche un cinema Imax per intrattenere i più piccoli.

Adiacente a Place des Arts, il museo d’arte contemporanea è l’unico del Canada di questo genere, comprendente un piccolo giardino decorato con sculture, dove è possibile sedersi su una panchina per un momento di riposo.

Il Parco Jean-Drapeau, che è il più grande della città, comprende due isole, Ile Sainte-Hélène e Ile Notre-Dame, da esplorare a piedi o in bicicletta.

La metà di Ile Sainte-Hélène è occupata dal parco di divertimenti La Ronde.

Nella parte restante dell’isola si trova il Museo Stewart, dove viene ricordata la storia marziale della regione, con guide in costume e rievocazioni.

La domenica, nel periodo estivo, si svolge una festa edonistica con ballo all’aperto al ritmo della musica selezionata dai migliori dj internazionali.