Lorica: cosa fare e vedere, escursioni

Cosa fare e vedere in vacanza o durante un fine settimana a Lorica, escursioni estive e invernali con cestovia, piste da sci, disponibili nel periodo invernale presso la Valle dell’Inferno, ascesa al monte Botte Donato tramite strada panoramica.

Cestovia - Lorica
Cestovia - Lorica

Turismo Lorica

Posta sull’altopiano della Sila a breve distanza da San Giovanni in Fiore, Lorica è una località turistica della Calabria in provincia di Cosenza, affacciata sul lago Arvo, bacino artificiale creato per la produzione di energia elettrica, che ha l’aspetto del tipico lago di alta montagna, essendo circondato da boschi di pino laricio.

Il territorio di Lorica hai iniziato ad essere abitato dai pastori a partire dai primi anni del 1900, con lo scopo di praticare il pascolo d’altura.

Dai capanni di legno iniziali, con il passare del tempo, iniziarono ad essere costruiti villini residenziali.

Sviluppatasi inizialmente lungo la strada statale 108 bis che da San Giovanni in Fiore porta al bivio di “Bocca di Piazza”, da cui è possibile raggiungere i paesi della Sila cosentina, successivemente una parte dell’abitato si è sviluppata intorno al lago Arvo.

Il lago, situato fra Botte Donato e Montenero, che sono le due maggiori vette dell’altipiano della Sila, contribuisce a rendere più accogliente il posto.

E’ possibile fare escursioni in barca a motore e affittare pedalò in estate, inoltre il lago Arvo ha ospitato varie gare di canottaggio e windsurf.

Come meta di vacanza estiva, Lorica offre la possibilità di effettuare escursioni a piedi, in bicicletta e a cavallo.

Durante la stagione invernale, gli amanti dello sci possono approfittare degli impianti di risalita situati nella valle dell’inferno.

Inoltre è possibile pescare e praticare il canottaggio.

Nei dintorni merita visitare un’antico eremo costruito dai frati nel 1200, inoltre nella zona sono presenti una serie di torri fortificate dotate di ponte levatoio e feritoie, un tempo dimora dei guardiani terrieri, che le usavano per proteggersi dai malviventi.

A 15 chilometri si trova il monte Botte Donato, il maggiore della Sila come altitudine, la cui cima è raggiungibile percorrendo la strada panoramica delle Vette.