Grazzano Visconti: cosa vedere, Castello medievale

Cosa vedere a Grazzano Visconti, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Castello, case del borgo e Cortevecchia.

Turismo Grazzano Visconti

Costruito intorno al castello per volere di Giuseppe Visconti di Modrone agli inizi del 1900, Grazzano Visconti è un piccolo borgo artistico dall’aspetto medievale, situato in provincia di Piacenza all’ingresso della Val Nure, nella pianura padana, e circondato da fertili campi e vigneti tipici dei Colli Piacentini.

Il castello, risalente al 1386, fu edificato sul finire dell’epoca medievale in occasione del matrimonio tra Beatrice, sorella di Gian Galeazzo Visconti, e Giovanni Anguissola.

La costruzione, che è a pianta quadrata, presenta angoli evidenziati da quattro torri, di cui due a pianta circolare e due a pianta quadrata.

All’interno si trovano vari porticati, mentre all’esterno un fossato circonda interamente il castello.

Merita di essere visitato anche il Parco del Castello, con giardino misto, all’inglese e all’italiana, con la sua grande varietà di specie botaniche.

Le pareti esterne delle case che formano il borgo, sono affrescate con soggetti il cui ideatore è ancora il Conte Giuseppe Visconti, il quale ha realizzato anche i disegni dei costumi tradizionali grazzanesi.

Nei dintorni si trova Cortevecchia, zona agro-turistica estesa per circa 7000 mq e destinata in gran parte ad area verde per passeggiate all’aria aperta percorrendo percorsi accessibili liberamente, composta da vari fabbricati che rappresentano un esempio di architettura molto semplice, in grado di testimoniare come si svolgeva nel passato la vita contadina.

Grazzano Visconti è celebre inoltre per la secolare lavorazione artigianale del legno, del ferro e della ceramica.

Tra gli eventi va ricordato il tradizionale mercatino di natale che si svolge nel periodo natalizio.

Inoltre, l’ultima domenica di maggio si svolge il Corteo Storico di Grazzano, tradizionale festa medievale con intrattenimento comprendente giochi e animazione, mentre, la seconda domenica di settembre, si tiene la manifestazione intitolato la Magica Giornata, dedicata interamente ai ragazzi per far loro rivivere i racconti medievali.