Golfo di Baratti (Livorno): cosa vedere

Cosa vedere al golfo di Baratti, itinerario comprendente i principali luoghi di interesse, tra cui spiaggia sabbiosa, Populonia, Necropoli etrusca e parco archeologico.

Golfo di Baratti

Turismo Golfo di Baratti

Il golfo di Baratti prende nome dalla località costiera della toscana famosa per la lunga spiaggia sabbiosa e la necropoli etrusca visitabile per turismo.

Situato in provincia di Livorno nel comune di Piombino, il golfo di Baratti è delimitato a nord dal promontorio di Poggio San Leonardo, mentre l’estremità sud è rappresentata dalla Torre di Baratti, l’anticamera alle pendici settentrionali del vicino promontorio di Piombino da cui, in posizione dominante, si ha una vista panoramica sul centro medievale di Populonia.

Nell’estremità meridionale della Costa degli Etruschi si trova Baratti, località da cui prende nome il golfo e dove si trovano importanti reperti nella necropoli etrusca.

L’insenatura presenta una spiaggia sabbiosa, estesa maggiormente nella parte centro-settentrionale del golfo, mentre nell’estremità meridionale sorge l’ormeggio turistico del Porto di Baratti, riservato alle piccole imbarcazioni.

Verso l’entroterra si estende una pineta, fatta di caratteristici pini marittimi e arbusti della macchia mediterranea, interrotta solo nell’estremità settentrionale e centrale dove si sviluppa la necropoli etrusca.