Gerace: cosa vedere nel borgo medievale, duomo, castello, terme

Cosa vedere a Gerace, itinerario comprendente il borgo, con le sue antiche botteghe, il borghetto, con le sue case medievali e palazzi, il duomo, che conserva notevoli opere d’arte, la chiesa di San Francesco e chiesa di San Giovannello, oltre ai resti del castello e alle terme.

Cattedrale di Gerace

Visitare Gerace

Situata su un’altura in posizione panoramica, Gerace possiede un centro storico dall’aspetto medievale ancora intatto.

All’esterno dalle mura è situtato il borgo, al cui interno si trovano delle piccole botteghe scavate nel tufo, dove gli artigiani locali realizzano oggetti in terracotta.

Nel borghetto, la parte della cittadina situata più in alto, si trovano tipiche case medievali disclocate tra vie molto strette, oltre ai i palazzi nobiliari di maggior prestigio.

La cattedrale di Gerace ha un interno a tre navate con struttura tipica del periodo normanno e colonne, dotate di capitelli antichi, provenienti dai resti di Locri.

Tra le opere conservate all’interno del Duomo di Gerace rientra il sarcofago dei conti di Gerace, il grande tabernacolo del 500, l’Incredulità di San Tommaso, opera risalente al 1547.

Dal transetto sinistro dell’edificio di culto si accede a una cripta, risalente all’ottavo secolo, che rappresenta la parte più antica della cattedrale.

Tale ambiente si presenta con una pianta a croce greca e 26 colonne provenienti da ville romane e templi greci.

Di indubbia bellezza è la cappella della Madonna dell’Itria, risalente al 1261, con decorazioni composte da marmi policromi del 1613 e pavimenti con maioliche di Gerace del 1700.

Nella Cappella di San Giuseppe si trova la prima parte del Museo Diocesano, dove sono conservate opere sacre della Cattedrale e di altre chiese del paese.

L’oggetto più datato è la piccola Croce Reliquiaria del dodicesimo secolo, proveniente da Gerusalemme, inoltre è possibile ammirare un Pastorale del settecento, una statua dell’Assunta in argento, realizzata nel diciottesimo secolo, e l’Ostensorio dell’ottocento in argento dorato e pietre dure.

Nelle vicinanze della cattedrale è possibile visitare la Chiesa di San Francesco D’Assisi, risalente al 1252 e appartenuta a un’antico convento, dotata di belle decorazioni arabo-normanne.

Nella medesima piazza si affacciano anche la chiesa di San Giovannello, risalente all’undicesimo secolo e la chiesa del Sacro Cuore.

A Gerace meritano di essere visti anche i ruderi del Castello e le Terme di Antonimina, rinomate per le loro acque salso-iodiche e apprezzate già dai greci per le loro notevoli capacità curative.

Dritte del giorno

Da non perdere