Galapagos: cosa vedere nelle isole del Pacifico

Puerto baquerizo moreno isola san cristobal - Galapagos
Puerto baquerizo moreno isola san cristobal - Galapagos

Cosa vedere alle Galapagos, itinerario alla scoperta dell’arcipelago dell’Oceano Pacifico, appartenente politicamente all’Ecuador, periodo migliore per andare.

Turismo Galapagos

Gruppo di isole dell’America Meridionale, situate nell’Oceano Pacifico di fronte alle coste della Repubblica dell’Ecuador, alla quale politicamente appartengono, le Galapagos si trovano a una distanza di circa 1.000 chilometri dal continente e sono formate da 13 isole maggiori, oltre che da una quarantina di isolotti.

Le Galàpagos si raggiungono in aereo da Quito o Guayaquil.

Sull’isola di San Cristóbal sorge il capoluogo delle Galàpagos, Puerto Baquerizo Moreno, che ospita nelle sue vicinanze uno dei due aeroporti dell’arcipelago.

L’aeroporto principale si trova sull’isola di Baltra, dove non c’è possibilità di alloggio, ma con un battello è possibile raggiungere la vicina isola di Santa Cruz, a soli 100 metri di mare, dove la località di Puerto Ayora offre la maggiore offerta ricettiva dell’arcipelago.

Altri centri abitati di rilievo si trovano a Puerto Baquerizo Moreno, isola San Cristobal, a Puerto Villamil, isola Isabela.

Le isole Galàpagos sono un Parco Naturale Protetto dell’Unesco.

Numerose specie endemiche di animali e vegetali caratterizzano il patrimonio naturale di queste isole, che sorgono a una notevole distanza dal continente e hanno un’ampia varietà di climi e di habitat dovuti dalla confluenza di tre diverse correnti oceaniche, oltre a una particolare natura geologica, in quanto collocate su uno zoccolo sottomarino di origine vulcanica, avente ancora numerosi crateri attivi.

Le isole più antiche risalgono a circa 4 milioni di anni fa, mentre quelle più recenti sono ancora in via di formazione.

Il famoso naturalista Charles Robert Darwin, che nel 1835 soggiornò alle Galàpagos, osservando l’ambiente di questo luogo, ebbe l’ispirazione per la formulazione della teoria dell’evoluzione, affermata nella sua celebre opera intitolata “L’origine delle specie”.

Per visitare le Galàpagos è consigliabile prenotare un hotel, effettuando escursioni giornaliere in barca, oppure una crociera delle durata di qualche giorno, mangiando e dormendo in barca.

Per quanto riguarda le escursioni vengono realizzate solo con l’accompagnamento di guide autorizzate del Parco Nazionale.

Le Galàpagos hanno un clima temperato e sono visitabili in ogni periodo dell’anno.

Da gennaio a giugno è la stagione più calda e umida, le piogge si manifestano con acquazzoni brevi e improvvisi.

Da luglio a dicembre la stagione è più fresca e secca, l’acqua del mare ha una temperatura più bassa, spesso è presente un nebbiolina dovuta alla corrente fredda dell’Humbolt.

Per visitare le varie isole delle Galapagos occorre passare del tempo in mare, per questo motivo è opportuno informarsi prima circa le condizioni meteorologiche, per evitare giorni burrascosi con acque agitate

Il mese migliore per visitare le Galapagos è Aprile, quando la temperatura dell’acqua, il clima e la natura sono nelle condizioni ottimali.