Egitto: guida viaggio, consigli utili, cose da sapere

Informazioni utili per visitare l’Egitto, con tutte le cose da sapere per organizzare viaggi e vacanze in questo stato dell’Africa.

cartina Egitto

Egitto in breve

  • Capitale: Il Cairo
  • Superficie in kmq: 1.001.449
  • Numero di abitanti: 75.497.914 (2006)
  • Religione: musulmana (94%); minoranze copte e cattoliche

Dove si trova l’Egitto

bandiera egitto L’Egitto confina in Africa con Libia e Sudan, in Asia con Israele ed è bagnato dal Mar Mediterraneo e dal Mar Rosso, comunicanti attraverso il Canale di Suez. Il territorio egiziano è formato in maggior parte dal deserto; solo la valle e il delta del Nilo sono coltivati e abitati. A ovest del Nilo si trova il Deserto Libico, in prevalenza piatto e pietroso e per il rimanente formato da distese di sabbia e da catene di dune, interrotto solo da alcuni affossamenti dove ci sono le oasi abitate. Ad est del Nilo si stende il Deserto Arabico, in prevalenza montuoso, che si prolunga oltre il Canale di Suez nella Penisola del Sinai, anch’essa desertica.

Idrografia Egitto

Il Nilo, unico fiume egiziano, attraversa il paese da sud a nord, scorrendo in una fertile valle e formando un vasto delta prima di sfociare nel Mar Mediterraneo.

Clima Egitto

Il clima dell’Egitto ha caratteri desertici: temperature elevate, scarsissime precipitazioni, forte escursione termica giornaliera. Sulla costa settentrionale il clima assume caratteristiche mediterranee; sulle coste del Mar Rosso anche se il clima ha i caratteri desertici, l’escursione termica è minore e l’umidità è più elevata. In Egitto, soprattutto in primavera si solleva il “Khamsin”, un vento secco e caldo che provoca pericolose tempeste di sabbia, (prende il nome da khamsun o hamsin, che significa in arabo cinquanta, corrispondente alla durata dei giorni in cui esso soffia).

Popolazione Egitto

Gli egiziani, dal punto di vista etnico sono un popolo camita semitizzato. La popolazione attuale discende dalle popolazioni autoctone premusulmane (gli antichi egizi) e dagli arabi che conquistarono il territorio nel VII sec. ed è formata da: copti (la classe più evoluta), fellahin (popolazione rurale), beduini (gruppi di pastori nomadi o semi nomadi che vivono nelle regioni desertiche), nubiani (insediati soprattutto nei villaggi lungo il Nilo). Inoltre ci sono minoranze di europei, siriani, armeni, turchi, indiani.

Fuso orario Egitto

In Egitto occorre spostare le lancette dell’orologio avanti di un’ora rispetto all’Italia.

Lingua parlata in Egitto

La lingua ufficiale dell’Egitto è l’Arabo.

Economia Egitto

L’economica egiziana è condizionata da vari problemi che ne frenano la crescita mantenendola in una condizione di arretratezza. L’Egitto è un paese sovrappopolato considerando che il territorio coltivato e abitato è solo una piccola parte rispetto alla vastità delle zone desertiche (ca. 96% del totale), non ci sono foreste e prati per il pascolo, le risorse minerarie sono buone ma non straordinarie, inoltre le linee di politica economica adottate non hanno sempre aiutato lo sviluppo economico di questo paese. L’agricoltura occupa la metà della popolazione attiva e grazie allo sfruttamento delle acque del Nilo, si hanno diversi tipi di colture. Il cotone è il prodotto principale (viene esportato), seguito dai cereali, ortaggi , agrumi e colture tropicali, ma nonostante la produzione agricola sia molto alta non è sufficiente a coprire il fabbisogno interno. Le industrie sono attive nel settore siderurgico, produzione di cemento, di fertilizzanti e dell’industria tessile e alimentare. Buone sono la produzione di petrolio, che viene esportato e le riserve di gas naturale. Notevole impulso è stato dato al settore del turismo e al sistema delle comunicazioni.

Quando andare in Egitto

Premettendo che il clima in Egitto è buono durante tutto l’anno, i mesi da preferire sono quelli autunnali e primaverili, anche se in primavera (soprattutto nel mese di aprile) può soffiare il Khamsin, un vento che porta tempeste di sabbia.

Documenti per andare in Egitto

Per entrare in Egitto i cittadini italiani devono essere in possesso del passaporto con validità residua di almeno 3 mesi dalla data d’ingresso nel paese o carta d’identità valida per l’espatrio (solo per turismo) con validità residua di almeno 3 mesi dalla data d’ingresso nel paese. Coloro che viaggiano con la carta d’identità devono essere in possesso anche di 2 foto formato tessera che verranno applicate su un modulo che all’arrivo o durante il volo i viaggiatori diretti in Egitto devono compilare. Il visto è obbligatorio e può essere ottenuto prima della partenza facendone richiesta ai Consolati o all’Ambasciata egiziana oppure al momento dell’arrivo in Egitto (aeroporti o frontiera). Per visitare esclusivamente la Penisola del Sinai il visto non è richiesto. I figli minori devono essere registrati sul passaporto di uno dei due genitori.

Telefono Egitto

– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Italia in Egitto è: 0020
– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Egitto in Italia è: 0039

Telefonare dall’Egitto è piuttosto costoso. I cellulari abilitati funzionano ma le telefonate sono care, pertanto conviene acquistare una scheda GSM (negozio MobilNil), effettuare la ricarica in Lire Egiziane ed inserirla nel proprio cellulare. Nelle città più importanti, nelle località turistiche ed in quasi tutti gli hotel si trovano internet cafè.

Elettricità in Egitto

La corrente elettrica è a 220 V 50 Hz.. Prese tipo C. Pertanto è necessario un adattatore.

Moneta e carte di credito in Egitto

La moneta ufficiale dell’Egitto è la lira egiziana (L.E.), la quale può essere cambiata solo all’interno del paese presso le banche. Per i pagamenti vengono accettati gli euro, i dollari (solo banconote emesse dopo il 1996 ed in buone condizioni) e le sterline inglesi. I ristoranti ed i negozi locali di solito richiedono pagamenti in contanti. Gli alberghi più importanti accettano le principali carte di credito (Visa e Master Card). Nelle maggiori località turistiche si possono fare prelievi in moneta locale presso gli sportelli bancomat.

Come arrivare in Egitto

VIA AEREA
Alitalia collega quotidianamente Roma Fiumicino a Il Cairo. La compagnia aerea Egypt air collega Roma Fiumicino e Milano Malpensa a Il Cairo, Sharm el Sheikh, Hurghada e Luxor. Da Catania organizza voli per Sharm el Sheikh, Cairo e Luxor.

La compagnia aerea Neos effettua i seguenti collegamenti:

– da Milano Malpensa ad Hurghada
– Da Milano Malpensa, Bologna e Verona a Marsa Alam
– Da Milano Malpensa, Bologna e Verona a Sharm el Sheikh.

La compagnia aerea Meridiana fly organizza voli da vari aeroporti italiani per Sharm El Sheik e da Milano Malpensa per il Cairo. Inoltre varie compagnie aeree offrono voli per il Cairo con scalo nei principali aeroporti europei.

Vaccinazioni per Egitto

Per entrare in Egitto non è richiesta nessuna vaccinazione, tuttavia sono consigliate le vaccinazioni antitifica, anti epatite A e anti epatite B. Si raccomanda di seguire alcuni accorgimenti igienici: bere solo acqua imbottigliata senza aggiunta di ghiaccio, mangiare carni e verdure solamente cotte e la frutta solo se sbucciata personalmente. E’ sconsigliato di bagnarsi nelle acque del Nilo e nelle acque dolci in genere, perche’ c’è il rischio di contrarre la bilharziosi, una grave malattia provocata da un parassita.