Come fare la crema pasticcera: ricetta della nonna

Ricetta della nonna che spiega come fare la crema pasticcera, componente fondamentale per la preparazione di molti dolci, con descrizione delle principali varianti, crema chantilly e crema bruciata.

crema pasticcera
crema pasticcera

Ingredienti per 4 persone

– 4 dl di latte

– 2 cucchiai di zucchero

– 2 cucchiai di farina

– 3 Tuorli d’uovo

– 1 pezzetto di buccia di limone

Preparazione della crema pasticcera ricetta della nonna

Lavorare i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata e mescolare.

Dopo aver fatto bollire il latte con la buccia di limone, togliere la buccia e versare il latte sul composto preparato, poi metterlo sul fuoco.

Mescolare continuamente con un cucchiaio di legno e appena la crema inizierà a bollire, toglierla dal fuoco, mescolarla e porla di nuovo sul fuoco.

Questa operazione va ripetuta per tre volte. Alla crema pasticcera, quando sarà fredda, potrà essere unita la panna montata leggermente zuccherata, in proporzioni uguali, mescolando dal basso verso l’alto, al fine di ottenere la crema diplomatica.

Crema pasticcera tradizionale

Viene servita in dolci al cucchiaio o anche usata per guarnire vari tipi di torte, il pan di spagna, cannoli di panna o ricotta, bignoline e molte altre specialità di pasticceria.

I principali ingredienti che compongono la crema pasticcera sono uova, zucchero, latte e farina uniti ad altri che contribuiscono a creare numerose varianti tra le ricette di cucina tra cui la crema diplomatica, molto buona se abbinata con ottimi vini da dessert, ottenuta dall’unione con panna montata, la crema al limone, aromatizzata tramite una scorza di limone, la crema alla vaniglia, ottenuta aggiungendo una semplice bustina di vaniglia, e la crema al cioccolato con l’introduzione di una buona dose di cacao fondente.

La crema chantilly, usata soprattutto nelle pasticcerie come ripieno o decorazione di svariati tipi di dolci, è una particolare crema che si ottiene lavorando la panna montata con l’unione di essenze di vaniglia.

La ricetta trova origine in quella sperimentata per la prima volta dal francese François Vatel alla fine del seicento, che prevedeva l’utilizzo combinato di panna montata e zucchero a velo con aromi alla vaniglia.

La crema bruciata, dal francese creme brule’, rientra tra i prodotti tipici di dessert ed è a base di crema pasticcera foderata da una sfoglia croccante di zucchero caramellato.