Castello - Colle di Val d'Elsa

Colle di val d’Elsa: cosa vedere, Castello, Museo archeologico

Cosa vedere a Colle di Val d’Elsa, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Castello, Palazzo Pretorio, Museo archeologico, Duomo e Chiesa Sant’Agostino, oltre a interessanti escursioni da fare nei dintorni.

Turismo Colle Val d’Elsa

Situata in Toscana nella provincia di Siena, sul lato sinistro del fiume Elsa e suddivisa in Colle Alta e Colle Bassa, Colle di Val d’Elsa nel Medioevo fu sottomessa al governo dei Vescovi.

Nel dodicesimo secolo, dopo essere diventata un libero comune, venne contesa tra Siena e Firenze, con vittoria di quest’ultima nel 1333.

Nel borgo medievale di Colle Alta, dove sono conservate le antiche mura, via del Castello inizia sotto l’arcata di Palazzo Campana, edificio fatto costruire nel sedicesimo secolo da Giuliano di Baccio d’Agnolo ma rimsto incompiuto.

L’arcata mette in comunicazione il palazzo con il Castello, risalente al decimo secolo e rielaborato nel quindicesimo.

Nel trecentesco Palazzo Pretorio è ospitato il Museo archeologico Bandinelli, dove sono raccolti vasi di tipo campano e volterrano, oggetti in bronzo e in ferro, monete e oggetti funerari.

Il Duomo, ricostruito nel diciassetesimo secolo, trae origine da un’antica chiesa romanica di cui sono rimasti solo gli archi laterali.

Nell’interno è presente un notevole Crocifisso realizzato dal Giambologna.

A poca distanza dalla Cattedrale si trova il Palazzo dei Priori, che ospita il Museo Civico, mentre in fondo alla stessa via si trova la Casa di Arnolfo di Cambio, risalente al 1200.

A Colle Bassa è possibile vedere la facciata incompiuta della Chiesa duecentesca dedicata a Sant’Agostino, oltre al suo interno, rifatto nel cinquecento da Antonio da Sangallo il Vecchio, che conserva interessanti opere d’arte.

Tra le escursioni da fare nei dintorni rientra quella a Casole d’Elsa, distante circa 15 km, borgo medievale posto su un’altura dove sono ancora presenti i resti della cinta muraria provvista di una torre.

In Piazza della Libertà si affacciano il trecentesco Palazzo Aringhieri e la Collegiata, di origine antica ma ricostruita nel quindicesimo secolo, con successivi restauri.

Nelle vicinanze si trova la rocca trecentesca.

A Mensano, località situata a 21 km, si trovano gli interessanti ruderi del Castello e la notevole Chiesa del mille dedicata a San Giovanni Battista, dotata di pregevoli capitelli.

Monteriggioni, distante 21 km, è un suggestivo borgo medievale risalente al tredicesimo secolo, sorto come baluardo difensivo di Siena e protetto da una cinta muraria di forma rotonda, interrotta da quattordici torri poderose, che in origine erano di altezza maggiore.