Frasi di Charles Baudelaire: aforismi, citazioni

Citazioni, aforismi e frasi di Charles Baudelaire, poeta, scrittore e filosofo francese, considerato uno dei maggiori poeti dell’ottocento, tra i principali esponenti del simbolismo e grande innovatore del genere lirico, oltre che precursore del decadentismo.

Citazioni di Charles Baudelaire

– L’amante della vita crea il mondo intero nella sua famiglia, così come l’amante del buon sesso crea il suo da tutte le belle donne che ha trovato, da quelle potrebbe trovare, e da coloro che sono impossibili da trovare. (Charles Baudelaire)

– La vita ha un solo vero fascino; è il fascino del Gioco. Ma se vincere o perdere ci è indifferente? (Charles Baudelaire)

– Senza denaro e senza tempo, la fantasia si riduce a un sogno passeggero che non può tradursi in azione. (Charles Baudelaire)

– I grandi poeti, i filosofi, i profeti sono esseri che grazie al puro e libero esercizio della volontà pervengono a uno stato nel quale essi sono al contempo causa ed effetto, soggetto e oggetto, ipnotizzatore e sonnambulo. (Charles Baudelaire)

– Della religione credo inutile parlare, cercarne i resti, dal momento che darsi ancora la pena di negare Dio è il solo scandalo in questa materia. (Charles Baudelaire)

– La lotta e la ribellione comportano sempre una certa dose di speranza, mentre la disperazione è muta. (Charles Baudelaire)

– Se il vino sparisse dalla terra, credo che nella salute e nell’intelligenza dell’uomo si formerebbe un vuoto, un’assenza di molto più spaventosa di tutti gli eccessi dei quali il vino è fatto responsabile. (Charles Baudelaire)

– Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell’abisso, inferno o cielo non importa. Giù nell’ignoto per trovarvi del nuovo. (Charles Baudelaire)

– Avrei da aggiungere due diritti alla lista dei diritti dell’uomo: il diritto al disordine e il diritto ad andarsene. (Charles Baudelaire)

– A proposito del sonno, sinistra avventura di tutte le nostre notti; possiamo dire che gli uomini vadano a letto quotidianamente con un’audacia che sarebbe incomprensibile, se non sapessimo che dipende dall’ignoranza del pericolo. (Charles Baudelaire)

– Uomo, nessuno ha mai misurato la profondità dei tuoi abissi; mare, nessuno conosce le tue ricchezze segrete, tanto siete gelosi di conservare il vostro mistero. (Charles Baudelaire)

– Diffidiamo del popolo, del buonsenso, del cuore, dell’ispirazione e dell’evidenza. (Charles Baudelaire)

– La donna è fatalmente suggestiva; lei vive di un’altra vita, oltre alla propria; vive spiritualmente nelle fantasie che lei stessa ossessiona e feconda. (Charles Baudelaire)

– Il piacere di stare nella folla è una misteriosa espressione del godimento della moltiplicazione del numero. (Charles Baudelaire)

– Si deve lavorare, se non per il gusto, almeno per disperazione, perché, ad attenta verifica, il lavoro è meno noioso del divertimento. (Charles Baudelaire)

– Non capisco come l’uomo razionale e spirituale possa servirsi di mezzi artificiali per arrivare alla beatitudine poetica, dal momento che l’entusiasmo e la volontà sono sufficienti per elevarlo a un’esistenza sovrannaturale. (Charles Baudelaire)

– La Natura è un tempio ove pilastri viventi lasciano sfuggire a tratti confuse parole; l’uomo vi attraversa foreste di simboli, che l’osservano con sguardi familiari. (Charles Baudelaire)

– L’intero universo visibile non è che un magazzino di immagini e segni a cui l’immaginazione darà un posto e un valore relativo, è una sorta di pascolo che l’immaginazione deve digerire e trasformare. (Charles Baudelaire)

– L’unica e suprema voluttà dell’amore sta nella certezza di fare del male. E l’uomo e la donna sanno fin dalla nascita che il male è fonte di ogni voluttà. (Charles Baudelaire)

Aforismi di Charles Baudelaire

– Le poesie lunghe sono la risorsa di quegli imbecilli che non ne sanno scrivere di brevi. (Charles Baudelaire)

– Il lusso, la spensieratezza e lo spettacolo consueto della ricchezza fanno quei ragazzi così belli, che si direbbero d’una pasta diversa da quella dei figli della mediocrità e della povertà. (Charles Baudelaire)

– La modernità è il transitorio, il fuggitivo, il contingente, la metà dell’arte, perciò l’altra metà è l’eterno e immutabile. Esiste una modernità per ogni pittore antico. (Charles Baudelaire)

– Non disprezzare la sensibilità di nessuno. La sensibilità di ciascuno è la sua genialità. (Charles Baudelaire)

– Ogni uomo che non accetta la condizione della vita umana vende la sua anima. (Charles Baudelaire)

– Il male si fa senza sforzo, naturalmente, per caso; il bene è sempre il prodotto di un arte. (Charles Baudelaire)

– L’irregolarità, vale a dire, la cosa inaspettata, la sorpresa o lo stupore sono elementi essenziali e caratteristici della bellezza. (Charles Baudelaire)

– Ci sono tanti tipi di bellezza quanti sono i modi abituali di cercare la felicità. (Charles Baudelaire)

– Siate benedetto, o Signore, voi che ci date la sofferenza come divino rimedio alle nostre impurità. (Charles Baudelaire)

– Il modo di vestirsi è la rappresentazione esteriore della nostra filosofia della vita. (Charles Baudelaire)

– Io so quanta fatica e sudore ci vuole per mettermi alla luce e darmi anima e fiato, sulla collina in fiamme, sotto il cocente sole; ma non sarò con te né maligno né ingrato. (Charles Baudelaire)

– Tutti i grandi poeti diventano naturalmente, fatalmente, critici. (Charles Baudelaire)

– La donna è piuttosto una divinità, un astro, una luce, uno sguardo, un invito alla felicità, e talvolta il suono di una parola. (Charles Baudelaire)

– Il vino sa rivestire il più sordido tugurio d’un lusso miracoloso e innalza portici favolosi nell’oro del suo rosso vapore, come un tramonto in un cielo annuvolato. (Charles Baudelaire)

– La grammatica, la stessa arida grammatica, diventa qualcosa come una stregoneria evocativa; le parole risuscitano rivestite di carne e d’ossa, il sostantivo, nella sua maestà sostanziale, l’aggettivo, abito trasparente che lo veste e lo colora come una vernice, e il verbo, angelo del movimento che dà l’impulso alla frase. (Charles Baudelaire)

– La stupidità è spesso ornamento della bellezza; è la stupidità quella che dà agli occhi la limpidezza opaca degli stagni nerastri, la calma oleosa dei mari tropicali. (Charles Baudelaire)

– L’amore è molto simile a una tortura o a una operazione chirurgica. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due sarà sempre più calmo o meno invasato dell’altro. Quello, o quella, è l’operatore, ovvero il carnefice; l’altro, o l’altra, l’assoggettato, la vittima. (Charles Baudelaire)

– Amiamo le donne in proporzione a quanto ci sono più estranee. Amare le donne intelligenti è un piacere da pederasta. Dunque la bestialità esclude la pederastia. (Charles Baudelaire)

– Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata. (Charles Baudelaire)

Frasi di Charles Baudelaire

– Terribile è il gioco dell’amore, dove è necessario che uno dei due giocatori perda la padronanza di sé stesso. (Charles Baudelaire)

– La musica, in questo parente della poesia, rappresenta sentimenti piuttosto che idee; suggerisce delle idee, è vero, senza contenerle in sé. (Charles Baudelaire)

– Non disprezzate la sensibilità di nessuno. La sensibilità è il genio di ciascuno di noi. (Charles Baudelaire)

– Come quell’enormi sfingi distese per l’eternità in nobile posa nel deserto sabbioso, i gatti scrutano il nulla senza curiosità, calmi e saggi. (Charles Baudelaire)

– Immaginazione è la regina del vero, e il possibile è una delle province della verità. (Charles Baudelaire)

– Siamo sempre, tragicamente soli, come spuma delle onde che si illude di essere sposa del mare e invece non ne è che concubina. (Charles Baudelaire)

– L’odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari. (Charles Baudelaire)

– C’è un solo modo di dimenticare il tempo: impiegarlo. (Charles Baudelaire)

– O Dio, dammi il coraggio, la forza di guardare senza provar disgusto il mio corpo e il mio cuore! (Charles Baudelaire)

– Non si è mai troppo vecchi finché si desidera sedurre e, soprattutto, finché si desidera essere sedotti. (Charles Baudelaire)

– Il lavoro rende i giorni prosperi, il vino le domeniche felici. (Charles Baudelaire)

– Quei giuramenti, quei profumi, quei baci infiniti, rinasceranno. (Charles Baudelaire)

– Non potendo sopprimere l’amore, la Chiesa ha voluto almeno disinfettarlo, e ha creato il matrimonio. (Charles Baudelaire)

– Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere. (Charles Baudelaire)

– Il Poeta è come lui, principe delle nubi che sta con l’uragano e ride degli arcieri; esule in terra fra gli scherni, impediscono che cammini le sue ali di gigante. (Charles Baudelaire)

– Ci sono pelli corazzate con le quali il disprezzo non è più una vendetta. (Charles Baudelaire)

– Un’amante è un vino in bottiglia, una moglie è una bottiglia di vino. (Charles Baudelaire)

– Gli uomini che meglio riescono a stare con le donne sono gli stessi che sanno starci benissimo senza. (Charles Baudelaire)

– Ogni uomo in buona salute può fare a meno di mangiare per due giorni; della poesia, mai. (Charles Baudelaire)

– Il vino assomiglia all’uomo: non si saprà mai fino a qual punto lo si possa stimare o disprezzare, amare o odiare, né di quali azioni sublimi o di quali mostruosi misfatti sia capace. (Charles Baudelaire)

Modifica impostazioni privacy