Castelvetrano: cosa vedere, Cave di Cusa

Cosa vedere a Castelvetrano, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Chiesa del Purgatorio e Fontana della ninfa.

Turismo Castelvetrano

Collocata nella parte sudoccidentale della Sicilia, Castelvetrano è una cittadina le cui origini risalgono all’anno mille.

A partire dalla fine del 1200 appartenne alla nobile famiglia dei Tagliavia.

La Chiesa di San Giovanni venne costruita alla fine del settecento sopra il luogo dove sorgeva un precedente edifico del cinquecento.

Nell’interno sono conservati una notevole scultura di San Giovanni Battista, realizzata da Antonello Gagini nel 1522, oltre ad alcuni dipinti di epoca barocca.

Piazza Garibaldi, che rappresenta il centro della cittadina, comprende interessanti monumenti, tra cui la seicentesca Fontana della Ninfa, la settecentesca Chiesa del Purgatorio, l’ottocentesco Teatro Salinus, il Palazzo Comunale e la Chiesa Madre del cinquecento.

Nei dintorni, a 7 km, si trova Campobello di Mazara, dove è possibile visitare il museo del lavoro contadino, che conserva utensili e oggetti risalenti ai primi del novecento.

A Rocche di Cusa, si trovano le antiche cave di Campobello, meglio conosciute come Cave di Cusa, da cui venne estratto il tufo usato per costruire Selinunte.

A 3 km si trova la Chiesa della Santissima Trinità di Delia, costruita dai Normanni nel 1100, avente pianta a croce greca e copertura realizzata con cupola di piccole dimensioni in stile arabeggiante.

Nella cittadina di Salemi, distante 26 km, che ricorda il proclama con il quale venne dato a Garibaldi il dominio dell’isola, è interessante visitare il castello di epoca duecentesca e il museo del Risorgimento.