Castelmezzano (Basilicata): cosa vedere, Volo dell’Angelo

Cosa vedere a Castelmezzano, itinerario comprendente le principali attrazioni, tra cui Chiesa Madre di Santa Maria, Chiesa rupestre della Madonna dell’Ascensione e antichi mulini, inoltre nel periodo estivo è possibile assistere al tradizionale Volo dell’Angelo.

volo dell'angelo a Castelmezzano
volo dell'angelo a Castelmezzano

Turismo Castelmezzano

Immerso nel suggestivo paesaggio delle Dolomiti Lucane in Basilicata, Castelmezzano ha conservato il tipico aspetto medievale, con le case incastonate talmente bene in una conca di pietra arenaria, che risultano perfettamente integrate nella roccia che caratterizza il paesaggio intorno, formando un terrazzamento concentrico.

Il nome del paese trae origine dalla fortezza normanna situata a metà strada tra i castelli di Brindisi Montagna e Pietrapertosa.

Dell’antico castello normanno è possibile visionare quello che rimane delle mura, oltre a una gradinata ricavata nella roccia.

Camminando attraverso il centro storico, tra vicoli e scalette ripide, si possono notare elementi di roccia integrati abilmente nelle costruzioni.

Merita di essere vista la Chiesa madre di Santa Maria, situata nella piazza principale e risalente al tredicesimo secolo, che conserva al suo interno una statua in legno del 1300 raffigurante la Madonna col Bambino, conosciuta comunemente come la Madonna dell’Olmo.

Molto suggestive sono anche la chiesa rupestre della Madonna dell’Ascensione e la Cappella della Madonna delle Grazie, con un bell’altare barocco.

Lasciando il centro abitato è possibile raggiungere la valle del torrente Caperrino, dove si trovano resti di antichi mulini.

Proseguendo, attraverso un ponte romano a arcata unica in pietra, si arriva al paese di Pietrapertosa.

Tra gli eventi estivi che si svolgono tra giugno e settembre, è molto famoso il Volo dell’Angelo, che consiste nell’arrivare sospesi nel vuoto fino a Pietrapertosa, muniti di imbracatura e legati a un robusto cavo d’acciaio, la velocità di spostamento raggiunge circa 120 km orari ed è previsto, con lo stesso procedimento, anche il ritorno al punto di partenza.