Casa rossa a Bellaria Igea Marina

Bellaria Igea Marina: cosa vedere, Torre saracena

Cosa vedere a Bellaria Igea Marina, itinerario comprendente le principali attrazioni e luoghi d’interesse, tra cui la spiaggia libera, la Casa rossa, la Torre Saracena, la zona pedonale Isola dei Platani, il parco del gelso e i sentieri dell’uso con le loro attrazioni, tra cui la villa Torlonia, la Chiesa Santa Margherita e il castello Benelli.

Turismo Bellaria Igea Marina

Località balneare situata in provincia di Rimini sulla Riviera Romagnola, Bellaria Igea Marina è posta all’estremità meridionale della Pianura Padana ed è bagnata dal mare Adriatico.

Si tratta di una destinazione turistica molto apprezzata, grazie al fondale sabbioso, caratterizzato da una profondità dell’acqua contenuta in prossimità della riva, e agli ottimi servizi ricettivi, comprendenti spiaggia libera, stabilimenti balneari, alberghi e locali di ogni tipo.

Tra i principali monumenti e luoghi d’interesse, rientrano la Casa Rossa che, costruita sopra una duna, era la residenza estiva dello scrittore Alfredo Panzini, oggi è possibile visitarla e al suo interno è ospitata la sede dell’Accademia Panziniana.

La Torre Saracena, risalente al 1673, è l’unica fortificazione di questo tipo che ha conservato l’aspetto originale, rispetto alle altre sei presenti, inoltre al suo interno si trova il Museo delle Conchiglie.

Da vedere la zona pedonale Isola dei Platani, abbellita da aiuole molto curate e dove si trovano molti negozi per fare acquisti.

Tra i parchi presenti rientrano il Parco del Gelso, situato intorno all’omonimo lago, e il Parco Pavese, dove si tengono le manifestazioni più importanti.

Per chi desidera stare a contatto con la natura, merita percorrere i Sentieri per l’uso, un itinerario di circa 6 chilometri, da fare a piedi o in bicicletta, che si snoda lungo le rive del fiume Uso.

Lungo il percorso sono disponibili aree di sosta attrezzate, in località Bellaria, si possono osservare alcuni esemplari di querce e piccoli boschi di pioppi bianchi e neri, salici e pini mediterranei, non mancano inoltre alberi da frutto e piante esotiche.

Avvicinandosi a Igea Marina i percorsi passano inizialmente attraverso fitti canneti per poi proseguire in un rilassante paesaggio caratterizzato da canali.

Interessante anche la fauna, che è presente con varie specie di volatili comuni, ma non è raro vedere l’airone cinerino, il martin pescatore e il rospo smeraldino.

Tra le attrazioni situate lungo il percorso meritano attenzione la villa Torlonia, la chiesa di Santa Margherita del diciottesimo, l’ex abbazia Donegallia e il castello Benelli, entrambi risalenti al tredicesimo secolo.