Andy Warhol: frasi celebri, citazioni e aforismi

Frasi di Andy Warhol, citazioni e aforismi celebri di questo pittore e regista statunitense, personaggio rilevante nel movimento della pop art e influente artista del ventesimo secolo.

Andy Warhol: frasi celebri

Frasi Andy Warhol

– Alcuni critici hanno detto che sono il Nulla in Persona e questo non ha aiutato per niente il mio senso dell’esistenza. Poi mi sono reso conto che la stessa esistenza non è nulla e mi sono sentito meglio.

– Credo che sia un artista chiunque sappia fare bene una cosa; cucinare, per esempio.

– Se la gente vuole passare tutta la vita a incremarsi, strapparsi i peli con le pinzette, spazzolarsi, punzecchiarsi, appiccicarsi, va tutto bene, anche perché almeno ha sempre qualcosa da fare.

– Odio le domeniche. Sono tutti chiusi tranne i fiorai e i giornalai.

– Il prezzo più alto che paghi per l’amore è che hai sempre qualcuno tra i piedi, non puoi startene da solo, che è sempre meglio. Lo svantaggio più grosso è naturalmente la mancanza di spazio nel letto. Anche un gatto ti ingombra in camera da letto.

– Il problema con i classicisti è che quando guardano un albero non vedono davvero altro e quindi alla fine disegnano solo un albero.

– I gioielli non rendono una persona bella ma la fanno sentire più bella.

– Deve essere interessante avere un sesso diverso, ma credo che possa essere eccitante anche tenersi quello che si ha.

– Temo che se guardi una cosa abbastanza a lungo, perda tutto il suo significato.

– Mi piace il denaro appeso al muro. Metti di comprare un quadro da 200.000 dollari. Credo che dovresti prendere quei soldi, metterli assieme e appenderli al muro. Così, se qualcuno viene a trovarti, la prima cosa che vede sono i soldi al muro.

– Ignoro dove finisca l’artificiale e cominci il reale.

– Tutte le cose sono nell’aria, conta solo chi le realizza.

– Guardando un matrimonio da favola non puoi fare a mano di chiederti come andrà al momento del divorzio.

– Credo che negli anni Sessanta la gente abbia dimenticato cosa dovessero essere le emozioni. E da allora non se lo è più ricordato.

– Credo che comprare biancheria intima sia la cosa più personale che si possa fare, e puoi dire di conoscere realmente una persona se la osservi mentre la compra.

– Vorrei una pietra tombale senza iscrizioni di sorta. Nessun epitaffio, neppure il nome. Anzi no, mi piacerebbe che fosse scritto sopra “finzione”.

– Non capisco come le donne usino il trucco. Si coprono persino le labbra, ed è così pesante. Il rossetto e l’ombretto e la cipria e il fondotinta. E i gioielli. E’ tutto così greve.

– Quando ho avuto la mia prima tv, ho smesso di desiderate rapporti stretti con gli altri.

– E’ meglio guardare un film che un incontro di tennis perché non sopporto qualcuno che potrebbe perdere.

– La più eccitante attrazione è esercitata da due opposti che non si incontreranno mai.

– Nascere è un po’ come essere rapiti. E poi venduti come schiavi. La gente non fa altro che lavorare.

– Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c’è lo stesso qualcuno a cui interesso. Ne faccio tesoro e mi chiedo: che cosa avrò sbagliato?

– Posso essere un buon amico solo di gente non impegnata sentimentalmente.

– In futuro tutti saranno famosi per quindici minuti.

– Ho avuto la mia prima esperienza sessuale a venticinque e a ventisei l’ultima.

– I film saranno i nuovi romanzi. Nessuno leggerà più.

– Se sei pallido, cerca di rimediare con del fard. Ma se hai un naso enorme devi metterlo in risalto, e se hai un foruncolo mettici sopra crema in abbondanza affinché si noti meglio: “Vedi? Uso la crema per foruncoli”. C’è una differenza fondamentale.

– Un amore immaginario è molto meglio di un amore reale. Non fare sesso è molto eccitante.

– Credo nel fatto di vivere in una sola stanza. Una stanza vuota con dentro solo il letto, un ripiano e una valigia.

– Uno è compagnia, due è folla e tre è un party.

– Sono certo che guardandomi allo specchio non vedrei nulla. La gente dice sempre che sono uno specchio, e se uno specchio si guarda allo specchio che cosa può trovarci?

– Il sesso è il più grande niente di tutti i tempi.

– Sono stato invitato dovunque tranne che a messa. E io sono cattolico.

– Ho una malattia sociale. Devo andare fuori tutte le sere. Se sto a casa una notte comincio a parlare coi miei cani. Una volta sono stato a casa per una settimana e i miei cani hanno avuto un mancamento.

– Perché ho smesso di dipingere? Ma io non ho mai smesso. Mi dipingo le unghie e gli occhi tutti i giorni.

– Una foto significa che so dove ero ogni minuto. Ecco perché faccio fotografie. È un diario visivo.

– Non è quello che sei che conta, è quello che pensi di essere.

– La gente a volte dice che il modo in cui le cose accadono nei film sono irreali, ma in realtà sono le cose che ti succedono nella vita a essere irreali.

– Tutti cerchiamo qualcuno che non viva con noi, ma che paghi l’affitto.

– Non leggo mai, guardo solo le figure.

– Quando sono buono, sono molto buono, ma quando sono cattivo sono meglio. Non sono un angelo.

– Diventare ricchi non è divertente come una volta.

– Non ho mai voluto essere un pittore. Volevo diventare ballerino di Tip Tap.

– Perché dipingo dollari? C’è qualcos’altro che ci piace di più?

– Portare l’anello al naso è favoloso.

– Puoi sempre accorgerti che stai cambiando le tue abitudini, controllando il sacchetto del tuo aspirapolvere.

– Un artista è uno che produce cose di cui la gente non ha bisogno, ma che egli – per qualche ragione – pensa sia una buona idea darle.

– Le persone sono più baciabili quando non sono truccate. Le labbra di Marilyn non erano baciabili, ma erano molto fotografabili.

– Tutti gli scandali aiutano la pubblicità, perché non c’è migliore pubblicità della cattiva pubblicità.

– Spazio sprecato è qualsiasi spazio in cui ci sia dell’arte.

– Fare soldi è arte e lavorare è arte e essere bravi negli affari è la forma d’arte più affascinante.

– Non ho memoria. Ogni giorno è un nuovo giorno perché non ricordo quello prima. Ogni minuto è come se fosse il primo della mia vita.

– Le masse vogliono apparire anticonformiste, così questo significa che l’anticonformismo deve essere prodotto per le masse.

– Ho davvero paura di sentirmi felice perché non dura mai.

– Andrei all’inaugurazione di qualsiasi cosa, anche di una toilette.

– Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché succede sempre qualcosa di divertente.

– Sono una persona profondamente superficiale.

– Le grandi star sono quelle che fanno qualcosa che si può stare a vedere ogni secondo, anche se si tratta di un impercettibile movimento del loro occhio.

– Non ho mai voluto essere un pittore. Volevo diventare ballerino di Tip Tap.

– Si finisce sempre per dare il bacio della buonanotte alla persona sbagliata.

– Ho letto che Picasso aveva fatto quattromila capolavori nella sua vita e ho pensato: “Gesù, potrei farli in un giorno”.

– Io porto la mia macchina fotografica ovunque vada. Avere un nuovo rullino da sviluppare mi dà una buona ragione per svegliarmi la mattina.

– Il sesso è più eccitante sullo schermo e sulla carta che non tra le lenzuola.

– Avevo un sacco di appuntamenti, ma decisi di stare a casa per tingermi le sopracciglia.

– Una buona ragione per essere famosi è che quando leggi i pettegolezzi sulle riviste, conosci tutti quelli di cui si parla. In ogni pagina c’è qualcuno che hai incontrato. Amo questo tipo di esperienza, ed è l’unica ragione per essere famosi.

– Io faccio solo arte perché sono brutto e non c’è niente altro da fare per me.

– A una festa devi solo essere divertente, non devi essere sincero.