Amalfi: cosa visitare nella cittadina sulla costiera amalfitana

Cosa vedere ad Amalfi, attrazioni e luoghi da visitare in questa cittadina sulla costiera amalfitana in provincia di Salerno dal clima mite tutto l’anno.

Duomo di Amalfi
Duomo di Amalfi

Attrazioni Amalfi

Amalfi è una cittadina situata sulla costiera amalfitana in provincia di Salerno, caratterizzata da un clima di tipo mediterraneo con inverni in genere poco freddi ed estati difficilmente afose.

Duomo Amalfi
Tra i luoghi da visitare ad Amalfi costiera amalfitana merita di essere ricordato il Duomo che si trova nell’omonima piazza del Duomo.

Anticamente le basiliche erano due a tre navate ciascuna, di cui la prima è il Duomo vecchio edificato dal duca Mansone nel mille, mentre la seconda fu costruita nel nono secolo in dimensioni maggiori e con transetto.

Nella prima parte del tredicesimo secolo furono unite le due parti in una Chiesa sola a cinque navate e, nei secoli successivi, furono apportati ulteriori ampliamenti e modifiche arrivando all’aspetto attuale.

La facciata odierna, che fu edificata nel diciannovesimo secolo da Enrico Alvino dopo il probabile crollo di quella precedente, è in stile neogotico con un corridoio di collegamento al campanile, al chiostro del Paradiso e alla cappella del Crocifisso.

Il campanile del 1180, rimaneggiato successivamente, si compone di un piano a bifore ed uno a trifore, con la parte superiore in stile arabico e la copertura del tetto fatta di embrici di maiolica verdi e gialli.

Il portale maggiore, con al di sopra una lunetta che racchiude al suo interno un affresco di Domenico Morelli e Paolo Vetri, ha una porta in bronzo fusa a Costantinopoli.

L’interno della cattedrale, che fu rielaborato in stile barocco, presenta una pianta con trasetto e abside, rivestita da marmi commessi e con colonne antiche. Il soffitto delle navate è di tipo a cassettoni.

Sull’altare principale in stile barocco è situata una grande tela raffigurante Sant’Andrea Apostolo, patrono di Amalfi, dei pescatori e dei marinai. Su un altro altare si trova un moderno Crocifisso ligneo dipinto, mentre nelle cappelle sono conservate opere di arte gotica e rinascimentale.

Luoghi da visitare Amalfi

Museo della carta Amalfi
Il Museo della Carta di Amalfi era in origine una cartiera che fu adibita a museo nel 1969 per desiderio del suo proprietario Nicola Milano, che apparteneva ad una delle famiglie amalfitane più note.

Il museo, che si trova in centro città, ospita i macchinari e le attrezzature restaurati e perfettamente funzionanti che venivano impiegati nell’antica cartiera per realizzare manualmente la carta.

Inoltre al piano superiore si trova una bella esposizione di fotografie per documentare tutte le fasi della produzione cartacea. E’ possibile effettuare una breve visita guidata per assistere dal vivo alla produzioone di un foglio di carta di Amalfi.

Dritte del giorno