Come sfiatare i termosifoni togliendo aria al loro interno

Come fare a togliere aria dai radiatori, ripristinando la distribuzione normale del calore all’interno degli elementi che compongono i termosifoni, evitando di ricorrere ai costosi interventi di un idraulico.

come sfiatare termosifoni
come sfiatare termosifoni

Cosa togliere aria dai termosifoni

A volte può capitare di dover eliminare bolle d’aria che possono essersi formate all’interno dei radiatori, si tratta di un’operazione semplicissima da portare a termine, con l’unico accorgimento di compierla a caldaia spenta da alcune ore.

Prima di tutto si deve trovare la valvola di sfiato presente su ogni radiatore, generalmente è posta in alto sul fianco.

La valvola di sfiato può consistere semplicemente in una rotellina da girare, in un pomellino da premere o in un rubinettino di ottone da girare con una chiavetta a misura.

L’operazione per sfiatare un radiatore consiste nel fare fuoriuscire l’aria all’interno, aprendo la valvola per alcuni istanti fino a quando fuoriesce da essa acqua in maniera continuativa.

Ripetere il passo precedente su ogni radiatore e al termine andare a controllare il manometro della pressione dell’acqua di impianto presente sulla caldaia, che dovrà coincidere con l’indicatore rosso a cui è stata fissata la pressione per quel tipo di impianto termico, in genere corrispondente a 1,2 bar quando la caldaia è fredda, se è calda potrà arrivare a 1,6 al massimo.

Qualora la pressione sia inferiore al livello prestabilito, ripristinarla aprendo l’apposito rubinetto di immissione acqua posto sotto la caldaia, osservando l’indicatore di pressione salire fino al punto indicato, al termine chiudere il rubinetto.

Se accidentalmente si introduce una quantità d’acqua maggiore, si dovrà farla fuoriuscire attraverso la valvola di scarico posta sotto la caldaia o un rubinetto di un qualsiasi radiatore, in genere quello più vicino alla caldaia per poter controllare da vicino l’abbassamento della pressione necessario.