Come pulire la casa in modo veloce dalla a alla z

Guida su come pulire la casa velocemente, organizzando le varie tipologie di pulizie necessarie per rendere la propria abitazione pulita e igienizzata.

pulire casa aspirapolvere
pulire casa aspirapolvere

Consigli su come pulire la casa

Con il crescente aumento delle attività fuori casa, risulta essere sempre più ridotto il tempo disponibile per occuparsi delle pulizie casalinghe, nonostante la sensazione del gradevole profumo di pulito sia irrinunciabile per la maggioranza delle persone, insieme al desiderio più o meno consapevole di voler vedere brillare i vetri, luccicare i pavimenti e beneficiare della totale assenza di polvere in giro.

E’ indispensabile quindi, per questi motivi, trovare una soluzione conciliabile con tutto il resto, che consenta di organizzare e pianificare ogni pulizia per ottenere il miglior risultato in minor tempo e con minimo sforzo fisico. Andranno stabiliti, prima di tutto, i lavori da svolgere in archi temporali diversi, rispettivamente ogni giorno, 1 volta a settimana o con scadenze prolungate.

Per quanto riguarda i lavori quotidiani, rifare i letti, spazzare, spolverare, pulire bagno, in particolare wc, e cucina, specialmente il piano cottura, sono quelli irrinunciabili per mantenere un alto grado di vivibilità della casa.

Potranno essere svolte solo una volta a settimana mansioni come lavare i panni, stirare, pulire in maniera approfondita ogni stanza, aggiungendo alla pulizia giornaliera altre attività come la pulizia dei vetri e l’inceratura dei pavimenti. Periodicità più lunghe interessano lavori saltuari come lucidatura mobili, lavaggio tende, disinfestazione dagli acari per quanto riguarda divani e tappeti.

Ogni sei mesi, precisamente in corrispondenza dell’inizio della stagione primaverile e di quella autunnale, si dovrà provvedere alle grandi pulizie, svuotando e pulendo all’interno tutti gli armadi, lucidando piastrelle di bagno e cucina, pulendo le varie tappezzerie e controllando che non sia opportuno rinfrescare la tinteggiatura delle pareti in alcune stanze, lavoro solitamente necessario più di frequente per il bagno e la cucina a causa del fastidioso effetto condensa che comporta la formazione di muffe sui muri.